Crea sito

un giusto rapporto

Spazio dedicato alle problematiche del cucciolo fino all'età di 8 mesi e ai dubbi di chi è alle prime armi.

un giusto rapporto

Messaggioda Giorgio Longo » 02/08/2018, 14:05

spesso siamo convinti che il nostro Fido abbia un ottimo rapporto con noi e che non gli manchi nulla. Affettuoso , premuroso e attento ...ci fa le feste quando arriviamo e dorme vicino a noi quando guardiamo la tv! Tutti segnali che indicano un particolare interessamento e... perche´no ... un buon rapporto . Ma siamo sicuri che il nostro Fido sia appagato di tutto cio´?
Siamo sicuri che non gli manchi ancora qualche cosa molto importante per avere un legame fortissimo ....?
Ho postato nella sezione ,, cuccioli ,, perche´proprio da qui parte l ´imprinting e l ´approccio corretto.
( ora devo assentarmi per qualche giorno senza possibilita´di rispondere ) ma gradirei che qualcuno ci pensi e provi a esporre il suo pensiero in merito. Al mio ritorno continuiamo . Ciao
Immagine
Immagine
Avatar utente
Giorgio Longo
 
Messaggi: 286
Iscritto il: 26/11/2014, 15:33
Sesso: M
Età: 68
Chi sono: Appassionato di lunga data (oltre 10 anni)

Re: un giusto rapporto

Messaggioda Pino » 08/08/2018, 9:43

Un buon rapporto con il cucciolo giustamente come dici si instaura sin dalla tenera età. Sicuramente alla base di tutto c'e' lo stile educativo che dobbiamo adottare; alla stessa stregua di come educheremmo un figlio. Lo stile educativo dovrà essere quello AUTOREVOLE che è il perfetto bilanciamento tra regole ed affetto. Uno stile educativo AUTORITARIO, sbilanciato a favore delle regole con poco/niente affetto, non fa altro che aumentare nel cane insicurezza e paura e sicuramente, siccome sono molto furbi, appena sbagliamo ce la fanno pagare. Il cane ci deve seguire perchè esiste un rispetto reciproco e non timore da parte sua. Certo, un cane educato con un sistema autoritario apparentemente esegue tutti i comandi, ci segue sembra ci voglia bene, ma in realtà la sua è solo una risposta alla paura. Il giusto rapporto è altra cosa. Esiste poi lo stile educativo PERMISSIVO, che è prettamente sbilanciato a favore della mancanza assoluta di regole. Il proprietario da tanto affetto ma il cane gestirà tutte le iniziative e non ubbidirà, arrivando anche a mordere se le sue aspettative sono disattese. Esiste infine lo stile educativo TRASCURANTE-EVITANTE dove non esistono ne regole ne affetto; il cane è relegato in giardino, sarà poco socievole, difficile da controllare, autonomo ma molto distaccato arrivando anche a comportamenti aggressivi.
Altra cosa importantissima nell'educazione del cucciolo è la sua "attenzione verso di noi", il gioco, il contatto fisico, il contatto visivo e l'attività psicofisica; tutto ciò contribuisce ad instaurare un corretto rapporto cane/proprietario.
ImmagineImmagineImmagine
Avatar utente
Pino
 
Messaggi: 564
Iscritto il: 10/11/2014, 23:28
Sesso: M
Età: 56
Chi sono: istruttore cinofilo

Re: un giusto rapporto

Messaggioda Giorgio Longo » 08/08/2018, 13:43

concordo pienamente caro Pino !
e come non esserlo dopo tanti anni passati ( quanti ?? 15 e piu´?? ) assieme a scrivere qui sperimentando con i nostri cani tutto cio´che era possibile al fine di farli vivere meglio in nostra compagnia.

Aggiungerei al tuo dettagliato post ancora una cosa :

non basta tenerlo impegnato in casa , ma e´importante anche fare delle passeggiate e interagire con lui ! la famosa passeggiata propedeutica ! se volete ne parliamo .
Faccio solo un esempio prendendo noi umani come riferimento : un uomo e una donna si possono volere un bene da morire ma se questo bene lo condividono solo dentro le mura di casa e non escono a divertirsi , a vedere cose nuove , a viaggiare e condividere assieme emozioni in luoghi diversi , prima o dopo anche l ´amore tra le mura iniziera´a scricchiolare ! Una cosa simile avviene anche nel rapporto con il nostro cane. Lui ha bisogno di sentirsi importante e seguito anche e soprattutto quando lo portiamo in passeggiata.
Immagine
Immagine
Avatar utente
Giorgio Longo
 
Messaggi: 286
Iscritto il: 26/11/2014, 15:33
Sesso: M
Età: 68
Chi sono: Appassionato di lunga data (oltre 10 anni)

Re: un giusto rapporto

Messaggioda Pino » 08/08/2018, 17:43

Esattamente Giorgio la passeggiata (lasciando libero il cane di annusare in giro e quindi non in condotta) serve molto, come servono, e sicuramente stancano di più, attività ludiche insieme al proprietario; ad esempio "giochi di fiuto" che stancano il cane 3 volte di più della passeggiata. Speriamo intervenga qualcun'altro in questa interessante discussione..

n.b Giorgio, se sei d'accordo con me vuol dire che non tutti gli educatori cinofili sono da buttare via :wink:
ImmagineImmagineImmagine
Avatar utente
Pino
 
Messaggi: 564
Iscritto il: 10/11/2014, 23:28
Sesso: M
Età: 56
Chi sono: istruttore cinofilo

Re: un giusto rapporto

Messaggioda Giorgio Longo » 09/08/2018, 6:40

perbacco Pino .. ma da quando sei diventato educatore cinofilo ?? e´vero che son tanti anni che non ci contattiamo .. ma questa mi e´sfuggita del tutto ! se vuoi possiamo continuare una leggera discussione in merito in altra sezione. mi piacerebbe farlo nel rispetto delle opinioni altrui.

per quanto al rapporto con il nostro cane : spesso mi vien detto dai corsisti che il loro cane a casa e´buono bravo ubbidiente e fa tutto mentre quando esce e´ disattento eccitato e non ,, ascolta ,, . Cio´avviene perche´all ´esterno non si e´attuato quel lavoro di partecipazione attiva nei suoi confronti. Lo si lascia girovagare e questo crea nel cane quella curiosita´ verso tutto cio´che e´nuovo . Premesso che il cane al di fuori delle mura di casa DEVE poter conoscere il resto del mondo , lo deve fare con un conduttore partecipe alle sue nuove esperienze.
Non ci si lamenti se il cane fuori non ubbidisce quando seduti su una panchina , leggiamo il giornale o conversiamo con altri proprietari , aspettando che il cane faccia i suoi giretti o peggio ancora sia in un area cani dove il padrone e´l ´ultima delle sue attenzioni (a meno che non si tratti di fame).
Immagine
Immagine
Avatar utente
Giorgio Longo
 
Messaggi: 286
Iscritto il: 26/11/2014, 15:33
Sesso: M
Età: 68
Chi sono: Appassionato di lunga data (oltre 10 anni)

Re: un giusto rapporto

Messaggioda Pino » 09/08/2018, 9:50

Giorgio Longo ha scritto:perbacco Pino .. ma da quando sei diventato educatore cinofilo ?? e´vero che son tanti anni che non ci contattiamo .. ma questa mi e´sfuggita del tutto ! se vuoi possiamo continuare una leggera discussione in merito in altra sezione. mi piacerebbe farlo nel rispetto delle opinioni altrui.

Giorgio come ben sai la mia piccola esperienza con i cani l'ho maturata dal 1999 ma sentivo la mancanza di qualcosa e solo a titolo di informazione generale (ed un po anche per sfizio) ho deciso di fare il corso durato 8 mesi con l'APNEC che sicuramente conoscerai. L'esame l'ho fatto a novembre scorso quindi non tantissimo tempo fa.
per quanto al rapporto con il nostro cane : spesso mi vien detto dai corsisti che il loro cane a casa e´buono bravo ubbidiente e fa tutto mentre quando esce e´ disattento eccitato e non ,, ascolta ,, . Cio´avviene perche´all ´esterno non si e´attuato quel lavoro di partecipazione attiva nei suoi confronti. Lo si lascia girovagare e questo crea nel cane quella curiosita´ verso tutto cio´che e´nuovo . Premesso che il cane al di fuori delle mura di casa DEVE poter conoscere il resto del mondo , lo deve fare con un conduttore partecipe alle sue nuove esperienze.
Non ci si lamenti se il cane fuori non ubbidisce quando seduti su una panchina , leggiamo il giornale o conversiamo con altri proprietari , aspettando che il cane faccia i suoi giretti o peggio ancora sia in un area cani dove il padrone e´l ´ultima delle sue attenzioni (a meno che non si tratti di fame).

Sicuramente è come dici, ma quando qualcuno mi dice una cosa del genere il mio primo pensiero è: "ed il rapporto col cane dov'e'??" Noi, dentro casa, ma soprattutto fuori dobbiamo essere la loro "luce". Per testare tale rapporto si adotta un sistema molto semplice e cioè cane libero in un posto recintato ed a lui sconosciuto, padrone che passeggia "allontanandosi dal cane" senza proferir parola, cambiando direzione ogni qual volta il cane si avvicina. Osservando il comportamento del cane, si capisce com'e' e quanto è forte il loro legame.

Per quanto riguarda la leggera discussione, tu hai tanto da insegnarmi, non basta un "corso", ma ci vuole la tua esperienza per cui non so se sarei all'altezza. Mi piacerebbe che intervenissero anche altre persone
ImmagineImmagineImmagine
Avatar utente
Pino
 
Messaggi: 564
Iscritto il: 10/11/2014, 23:28
Sesso: M
Età: 56
Chi sono: istruttore cinofilo

Re: un giusto rapporto

Messaggioda Giorgio Longo » 09/08/2018, 11:14

Pino ha scritto:

Sicuramente è come dici, ma quando qualcuno mi dice una cosa del genere il mio primo pensiero è: "ed il rapporto col cane dov'e'??" Noi, dentro casa, ma soprattutto fuori dobbiamo essere la loro "luce". Per testare tale rapporto si adotta un sistema molto semplice e cioè cane libero in un posto recintato ed a lui sconosciuto, padrone che passeggia "allontanandosi dal cane" senza proferir parola, cambiando direzione ogni qual volta il cane si avvicina. Osservando il comportamento del cane, si capisce com'e' e quanto è forte il loro legame.

Per quanto riguarda la leggera discussione, tu hai tanto da insegnarmi, non basta un "corso", ma ci vuole la tua esperienza per cui non so se sarei all'altezza. Mi piacerebbe che intervenissero anche altre persone


certo Pino , per verificare l ´intensita´del rapporto e´correttissimo fare quel esercizio allontanandosi dal cane . Ti diro´di piu´: io questo test lo faccio quando gli do´ il suo pasto .... mentre sta mangiando lo chiamo a me e se viene lasciando il cibo hai un risultato eccellente. Naturalmente puoi farlo una volta .. poi lo lasci mangiare in pace :-) ma qui siamo gia al test ! Prima del test bisogna far si´che il legame si rafforzi e questo lo costruisci nel tempo occupando il suo tempo in qualche disciplina e nelle passeggiate .

Per quanto alle esperienze tra educatori e addestratori anche a me piacerebbe che intervenissero altre persone .. ma cominciano noi e poi vediamo se riusciamo portare qualcun altro nella discussione. Per quanto alle esperienze nessuno ha mai finito di imparare e anche dai corsi come quello che hai frequentato tu si puo´ arricchire le proprie conoscenze. Ti faccio i miei complimenti per la tua decisione .
Immagine
Immagine
Avatar utente
Giorgio Longo
 
Messaggi: 286
Iscritto il: 26/11/2014, 15:33
Sesso: M
Età: 68
Chi sono: Appassionato di lunga data (oltre 10 anni)


Torna a Il Cucciolo

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite