Crea sito

Dubbi e domande per la mia scelta

Il carattere e l'indole del Pastore Tedesco sotto ogni aspetto

Dubbi e domande per la mia scelta

Messaggioda EdelW » 23/06/2017, 22:11

Buonasera a tutti, come anticipato nella mia presentazione, sto valutando l'ipotesi di prendere un pastore tedesco da lavoro, non ne ho mai avuto uno, l'unico cane che ho avuto è stato un meticcio quando ero adolescente.Sono un'educatrice cinofila da 5 anni, ho lavorato presso un centro cinofilo e successivamente da sola, occupandomi di educazione di base e avanzata, e classi per cuccioli.
Ho numerose domande da sottoporvi inerenti la mia scelta.
1)Innanzi tutto, non sono esperta della razza, mi sto documentando ma appunto, non ho esperienza con grigioni. La mia idea di prenderlo nasce dal fatto che vorrei avere un cane da difesa personale e da guardia, oltre al fatto che ho sempre amato questa razza, anche se non conoscendola a fondo. Le mie condizioni non sono forse le migliori per un cane simile, lavoro 8 ore al giorno e abito in appartamento. E' un cane compatibile con una vita simile? Gli dedicherei ovviamente il tempo ragionevole per le uscite, per le attività insieme, il gioco, ed anche un'attività cinofila presso un campo se riuscissi. Però possono capitare i giorni in cui dopo lavoro ci sono numerose commissioni da sbrigare, e quindi verrebbe penalizzato il tempo da dedicargli. E' una situazione gestibile a parere vostro?
2) Vorrei parlare con alcuni allevatori, che abbiano linee di sangue assolutamente non spinte, ma adatte anche alla vita in famiglia, mi sapete indicare qualche nome che corrisponda a queste caratteristiche? Mi ero orientata verso Oroval e Casa Nosella, è una scelta sensata?
3) Sono cani che, ovviamente se ben socializzati fin dall'arrivo in famiglia, possono essere compatibili con altri cani e quindi poter anche frequentare aree di sgambamento o fare passeggiate e frequentare luoghi pubblici in cui vi sono cani?
Desidero un cane che non stravolga la mia esistenza, e che ovviamente non venga penalizzato dalla vita insieme a me, quanto piuttosto riuscire ad inserirsi nei reciproci ritmi di vita.

Al momento mi fermo qui, mi scuso per l'ovvietà delle domande ma desidero partire dall'abc e informarmi nei minimi dettagli. Inoltre leggo e sento parlare dei grigioni come di cani quasi impossibili da gestire sotto ogni punto di vista, quando in realtà la linea da lavoro dovrebbe essere la più integra fisicamente ed equilibrata mentalmente, quindi ho le idee piuttosto confuse a riguardo.
Grazie a chi avrà voglia di rispondere! Buona serata
EdelW
 
Messaggi: 4
Iscritto il: 21/06/2017, 17:42
Sesso: F
Età: 31
Chi sono: Addestratore cinofilo

Re: Dubbi e domande per la mia scelta

Messaggioda S&M » 24/06/2017, 9:12

Perdonami, ma io sono abbastanza perplessa da i due thread che hai aperto. All'inizio non nego che ho pensato tu sia un troll, dopo aver letto che sei un'educatrice senza cane... È un po' un controsenso.

Per rispondere alle tue domande, anche in questo caso c'è tanta perplessità: a me è parso di capire, dalle tue domande, che tu voglia sostanzialmente un cane da compagnia che abbia le sembianze di un pastore tedesco.

Se non vuoi un cane spinto (o lo vuoi da lavoro o non lo vuoi da lavoro) di allevamenti ce ne sono, ma personalmente io di loro non penso affatto bene (hanno cani che non sanno fare niente, in quanto snaturati, proprio per accontentare chi vuole il grigio ma con cui non si vuole fare niente).
Se prendi un pastore tedesco, dovrai prepararti fin da subito ad avere un cane che ha sempre voglia di fare che però, d'altronde come tutti i cani, può essere annoiato e stressato se non impegnato (soprattutto se è l'unico cane). Se la maggior parte del tempo non sei a casa e quando torni non lo passi con lui in qualche attività a lui idonea, diventa moto difficile gestirne lo stress: non a caso la maggior parte delle persone che tratta il pt come cane da compagnia, al ritorno a casa si ritrova l'arredamento distrutto (lasciando stare la loro malattia mentale, che li fa addirittura essere fieri di un divano completamente aperto è svuotato).
Anche l'educazione non è una cosa che imposti quando è piccolo e stop (ma questo immagino tu lo sappia).

Altra cosa: il pt può andare d'accordo con i suoi conspecifici, ma non è detto che, se non lo fa, sia un cane da buttare. Il pt ama fare appunto attività con il suo padrone e degli altri cani non gli frega assolutamente niente.

Ora, non è che il pt sia impossibile da gestire, ma non tutti sono in grado di gestirlo: ogni persona deve scegliere una razza che per lui va bene, perché è la persona che deve adattarsi al cane, non il contrario. Ad un pt bisogna dedicare il giusto tempo ed assecondare le sue attitudini, rispettando la razza e gli scopi per cui è nata (ad esempio, non prendi un cane da caccia, se poi a caccia non ci vai) e quindi la domanda è: "ne sei in grado? Ne hai voglia e tempo?". Non dimenticare che è un cane da utilità e come tale deve essere trattato. La cosa migliore sarebbero l'UD, non per forza a livello agonistico, o qualche attività di ricerca, che lo stanchi e lo gratifichi. Non significa che deve fare queste attività quotidianamente, in genere si fanno tre volte a settimana o più, poi per il resto è un cane che sul divano o al parchetto ci può anche stare, ma questi ultimi non debbono essere la sua vita, altrimenti le difficoltà di gestione aumentano.

Per quanto mi riguarda, io te lo sconsiglio, piuttosto prenderei un cane da compagnia, meno impegnativo, ma pur sempre cane e soprattutto ben selezionato, a cui comunque potrai far fare qualche attività nel centro in cui lavori, passeggiate e tutto il resto che hai specificato.


Inviato dal mio MotoG3
Immagine
Immagine
"L'affetto per un cane dona all'uomo grande forza."

Immagine
Avatar utente
S&M
 
Messaggi: 930
Iscritto il: 12/11/2014, 17:47
Sesso: F
Età: 31
Chi sono: Appassionato (meno di 10 anni)

Re: Dubbi e domande per la mia scelta

Messaggioda EdelW » 24/06/2017, 9:45

Ti ringrazio per le informazioni, ne terrò conto nella mia valutazione.
Riguardo al discorso di essere educatore senza cane, non credo sia un passaggio logico scontato. Non tutti i momenti, situazioni familiari, di salute ecc. sono uguali e possono permettere di avere un cane.
Grazie comunque del tuo intervento, buona giornata!
EdelW
 
Messaggi: 4
Iscritto il: 21/06/2017, 17:42
Sesso: F
Età: 31
Chi sono: Addestratore cinofilo

Re: Dubbi e domande per la mia scelta

Messaggioda S&M » 24/06/2017, 10:39

Mi dispiace che il mio intervento ti abbia stizzita.

Io comprendo perfettamente gli impedimenti che la vita ci riserva, tutti ne abbiamo, però capisci anche tu la mia perplessità: lungi da me offendere (potrebbe sembrare, ma garantisco che non è così), io non capisco come si faccia a spiegare ad un cliente come gestire il proprio cane a casa, se non c'è poi esperienza personale.
Ovviamente sarà un mio limite...

Ad ogni modo, concludo (e giuro che poi finisco qui _censored_ ), perché volevo specificare una cosa, su cui mi sono accorta di esser stata superficiale, ma che ritengo sia utile a tutti nella scelta di un cane: non esistono cani spinti bensì selezioni tendenti ad esaltare caratteristiche psico-attitudinali che, pur nell'ambito dello standard di razza, aumentano la probabilità che un soggetto raggiunga eccellenze di performance nell'esecuzione di compiti attitudinali specifici e questo, naturalmente, vale per tutte le razze.

[98]
Immagine
Immagine
"L'affetto per un cane dona all'uomo grande forza."

Immagine
Avatar utente
S&M
 
Messaggi: 930
Iscritto il: 12/11/2014, 17:47
Sesso: F
Età: 31
Chi sono: Appassionato (meno di 10 anni)

Re: Dubbi e domande per la mia scelta

Messaggioda Betedia » 24/06/2017, 11:15

EdelW ha scritto:.....
Desidero un cane che non stravolga la mia esistenza....
un peluche? [fischio]
Perdona la battuta,mi associo alle perplessità già espresse,però io non ho un esperienza che mi permetta di avere certezze.
l'unica certezza,dopo 45 anni di cani in cascina,è che un rapporto da "coinquilino" con un pelosone,mi ha stravolto (meravigliosamente)la vita. :wink:
In bocca al lupo!
Avatar utente
Betedia
 
Messaggi: 58
Iscritto il: 24/10/2016, 18:00
Località: Crema
Sesso: m
Età: 52
Chi sono: Appassionato (meno di 10 anni)

Re: Dubbi e domande per la mia scelta

Messaggioda EdelW » 24/06/2017, 11:54

Si posso capire che in un primo momento uno rimanga perplesso, ma nel corso di questi anni di attività cinofila ho conosciuto anche altri educatori che per vario motivo in quel momento della loro vita non potevano avere un cane, ma erano estremamente competenti, frequentando seminari, lavorando con tanti cani, studiando. A conferma di questo ho numerosi miei ex allievi che hanno risolto brillantemente le problematiche per cui si erano rivolti a me o hanno dato Delle buone basi al proprio proprio cane e a distanza di anni ancora mi mandano amici e conoscenti. Detto ciò, grazie per i vostri commenti e ciao a tutti
EdelW
 
Messaggi: 4
Iscritto il: 21/06/2017, 17:42
Sesso: F
Età: 31
Chi sono: Addestratore cinofilo


Torna a Carattere - Indole - Etologia

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti

cron