Crea sito

educatori cinofili a confronto con addestratori

Sezione dedicata a discussioni relative all'addestramento amatoriale del Pastore Tedesco

educatori cinofili a confronto con addestratori

Messaggioda Giorgio Longo » 09/08/2018, 11:43

Come ho gia´avuto modo di scrivere in passato , appartengo alla seconda categoria e ho piu´di qualche problema a riconoscere l ´efficacia dell ´educatore. Ultima la conferma di una ragazza che per tanti anni mi ha seguito e poi ha voluto frequentare un corso a Padova per educatori comportamentalisti e ha cambiato completamente il modo di porsi con i cani e con il sottoscritto. E´stata anche qui nel forum , ma l ´accoglienza non e´stata delle migliori e quindi ha lasciato definitivamente questo sito.
Sarei grato a Pino se volesse discutere con me di questo problema cosi´da poter evidenziare i lati positivi e se ci sono anche i negativi di entrambi i percorsi. Il tutto con lo spirito di divulgare informazioni e non di criticare uno o l ´altro operato !
Come saprete io vivo tra l ´Italia e l ´Austria ed ora torno in Italia per una settimana di ferie . Non potro´ intervenire perche´ho la possibilita´solo qui in Austria di scrivere ( non riesco a farlo dal telefonino - divento matto quando scrivo una cosa e mi corregge con un ´altra e il PC dal quale scrivo l ´ho solo in Austria ) quindi se avete pazienza di aspettare quando ritorno qui scrivo e rispondo , ma non prima di una settimana.
Nel frattempo fate buone ferie !
Immagine
Immagine
SAS ISONTINA - VILLESSE GORIZIA - CENTRO DI ADDESTRAMENTO CANI DA UTILITA' E DIFESA
Avatar utente
Giorgio Longo
 
Messaggi: 346
Iscritto il: 26/11/2014, 15:33
Sesso: M
Età: 68
Chi sono: Appassionato di lunga data (oltre 10 anni)

Re: educatori cinofili a confronto con addestratori

Messaggioda Pino » 09/08/2018, 12:09

Eh Giò, se magari specifichi meglio cosa intendi per "cambio di atteggiamento" se ne può parlare. Personalmente ho fatto sia il corso da educatore che quello da addestratore ENCI, quindi credo di conoscerne le differenze (sempre con molta umiltà)..
ImmagineImmagineImmagine
Avatar utente
Pino
 
Messaggi: 581
Iscritto il: 10/11/2014, 23:28
Sesso: M
Età: 56
Chi sono: istruttore cinofilo

Re: educatori cinofili a confronto con addestratori

Messaggioda Giorgio Longo » 09/08/2018, 13:08

a questi corsi ti fanno un po´il lavaggio del cervello per quanto riguarda l ´incolumita´del cane . E´venuta a dirmi che non si usa piu´il collare ma solamente la pettorina perche´il collare puo´causare problemi all ´apparato respiratorio.
Se il cane non vuole fare una determinata cosa non si incide con costrizione ( e fin qui posso essere anche d ´accordo ) ma asserendo che lo fara´un ´altra volta quando sara´piu´propenso a farlo.... e via dicendo .. per il momento mi fermo qui ma ci sono molti ragionamenti che non coicidono con quanto previsto nell ´addestramento. La disciplina in questo caso diventa un optional .
Immagine
Immagine
SAS ISONTINA - VILLESSE GORIZIA - CENTRO DI ADDESTRAMENTO CANI DA UTILITA' E DIFESA
Avatar utente
Giorgio Longo
 
Messaggi: 346
Iscritto il: 26/11/2014, 15:33
Sesso: M
Età: 68
Chi sono: Appassionato di lunga data (oltre 10 anni)

Re: educatori cinofili a confronto con addestratori

Messaggioda Pino » 26/08/2018, 18:08

Volevo aspettare il rientro dalle ferie in maniera tale da coinvolgere più persone possibili, in ogni caso Giorgio, capisco cosa dici ed in parte ti do ragione. Io non amo gli estremismi ed è vero che in questi corsi cercano di farti il lavaggio del cervello; ritengo però che ognuno di noi ha un proprio cervello e, se esso è funzionante, si riesce a comprendere quali siano le esagerazioni e quali invece concetti corretti. Non usare il collare (in maniera generica senza specificare che tipo di collare), è a mio parere una esagerazione. Tra collare fisso ed a strangolo, possiamo parlarne...

I corsi si dividono in "metodo tradizionale" (con coercizione), metodo "buonista" o cosiddetto "gentile" ed infine un metodo che non ha nulla a che fare con i precedenti e che ritengo sia il più valido, il "Dog Training Relazionale". Il metodo tradizionale è quello usato molti anni fa, che si basava su educazione imperniata su coercizione, strattoni sul guinzaglio, uso di "accessori" non più consentiti dalla legge, punizioni, stile autoritario del proprietario ecc..ecc.. in questo caso il cane "esegue" perchè ha paura non perchè ti rispetta. Il metodo gentile invece è basato per la maggior parte su rinforzi rinforzi ed ancora rinforzi.. anche in questo caso il cane esegue per raggiungere il "bocconcino" ed anche in questo caso non esiste rapporto.

Il DTR (Dog Training Relazionale) invece è basato esclusivamente sul rapporto che abbiamo col nostro cane. Una volta ben costruito, il cane esegue perchè sa che a noi fa piacere che lui collabori, ne per coercizione ne per aggiudicarsi il bocconcino.
ImmagineImmagineImmagine
Avatar utente
Pino
 
Messaggi: 581
Iscritto il: 10/11/2014, 23:28
Sesso: M
Età: 56
Chi sono: istruttore cinofilo

Re: educatori cinofili a confronto con addestratori

Messaggioda Giorgio Longo » 27/08/2018, 17:02

Pino ha scritto:
Il DTR (Dog Training Relazionale) invece è basato esclusivamente sul rapporto che abbiamo col nostro cane. Una volta ben costruito, il cane esegue perchè sa che a noi fa piacere che lui collabori, ne per coercizione ne per aggiudicarsi il bocconcino.


sono d ´accordo su tutto quanto hai scritto !
e quale in sintesi la tecnica per avere detto risultato ?
Immagine
Immagine
SAS ISONTINA - VILLESSE GORIZIA - CENTRO DI ADDESTRAMENTO CANI DA UTILITA' E DIFESA
Avatar utente
Giorgio Longo
 
Messaggi: 346
Iscritto il: 26/11/2014, 15:33
Sesso: M
Età: 68
Chi sono: Appassionato di lunga data (oltre 10 anni)

Re: educatori cinofili a confronto con addestratori

Messaggioda Pino » 27/08/2018, 17:58

Giorgio Longo ha scritto:
sono d ´accordo su tutto quanto hai scritto !
e quale in sintesi la tecnica per avere detto risultato ?


Azz è un onore detto da te!!
In sintesi?? Basta frequentare il corso che ho frequentato io!!! muahahah

A parte gli scherzi, posso scrivere i "punti salienti", ma dietro ogni punto ci sarebbe da parlarne a lungo.. I tre fattori principali sono:
- Corretta gestione del cane derivante da un corretto stile educativo (Stile autorevole)
- Motivazione che il proprietario saprà dare al cane
- Dalla quantità e qualità di comunicazione che si riuscirà ad instaurare

Come si costruisce la relazione prima ancora di parlare di educazione?
I principali punti salienti per costruirla sono:

- Lo stile educativo (autorevole, cioè un perfetto bilanciamento tra punizioni ed affetto)
- L'attenzione del cane verso il proprietario
- Il gioco
- Contatto fisico
- Contatto visivo
- Attività psico-fisica



Giò.. però così mi sembra di rifare l'esame muahahah

un abbraccio
ImmagineImmagineImmagine
Avatar utente
Pino
 
Messaggi: 581
Iscritto il: 10/11/2014, 23:28
Sesso: M
Età: 56
Chi sono: istruttore cinofilo

Re: educatori cinofili a confronto con addestratori

Messaggioda Ichnusa1981 » 27/08/2018, 18:19

Dai quando torno dalle ferie e se mi torna la fame cinofila intervengo pure io :wink:
BOHEMIAN GROW FELIX, K9 ESERCITO ITALIANO, specializzazione PATROL EXPLOSIVE DETECTION DOG, matricola CN 0267 impiegato in Libano (2011) e Afghanistan(2012/13 e 2015/16), BUDAPEST 01/02/2008-GROSSETO 30/05/2018
ONORE A TE
Immagine
ciao Prisca non mi dimenticherò mai di te
Avatar utente
Ichnusa1981
 
Messaggi: 3173
Iscritto il: 12/11/2014, 17:47
Località: Grosseto, con la Sardegna nel cuore
Sesso: M
Età: 37
Chi sono: Conducente cinofilo forze armate

Re: educatori cinofili a confronto con addestratori

Messaggioda Tex&Marcomgn » 28/08/2018, 7:19

Ichnusa1981 ha scritto:Dai quando torno dalle ferie e se mi torna la fame cinofila intervengo pure io :wink:

E sarebbe anche ora .ahh ahh


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk Pro
Avatar utente
Tex&Marcomgn
 
Messaggi: 4649
Iscritto il: 13/11/2014, 18:25
Sesso: M
Età: 42
Chi sono: Appassionato di lunga data (oltre 10 anni)

Re: educatori cinofili a confronto con addestratori

Messaggioda Giorgio Longo » 28/08/2018, 7:47

Pino ha scritto:
Giorgio Longo ha scritto:
sono d ´accordo su tutto quanto hai scritto !
e quale in sintesi la tecnica per avere detto risultato ?


Azz è un onore detto da te!!
In sintesi?? Basta frequentare il corso che ho frequentato io!!! muahahah

A parte gli scherzi, posso scrivere i "punti salienti", ma dietro ogni punto ci sarebbe da parlarne a lungo.. I tre fattori principali sono:
- Corretta gestione del cane derivante da un corretto stile educativo (Stile autorevole)
- Motivazione che il proprietario saprà dare al cane
- Dalla quantità e qualità di comunicazione che si riuscirà ad instaurare

Come si costruisce la relazione prima ancora di parlare di educazione?
I principali punti salienti per costruirla sono:

- Lo stile educativo (autorevole, cioè un perfetto bilanciamento tra punizioni ed affetto)
- L'attenzione del cane verso il proprietario
- Il gioco
- Contatto fisico
- Contatto visivo
- Attività psico-fisica



Giò.. però così mi sembra di rifare l'esame muahahah

un abbraccio


ahahaa no no non voleva essere un ritorno all ´esame , ma devo dire che quanto hai descritto mi piace molto e mi trova decisamente concorde. Oserei dire che hai avuto la fortuna di frequentare il corso giusto.

Allora potremmo iniziare a parlare di questi punti singolarmente , cosa dici ??

partiamo dallo stile educativo ??
Immagine
Immagine
SAS ISONTINA - VILLESSE GORIZIA - CENTRO DI ADDESTRAMENTO CANI DA UTILITA' E DIFESA
Avatar utente
Giorgio Longo
 
Messaggi: 346
Iscritto il: 26/11/2014, 15:33
Sesso: M
Età: 68
Chi sono: Appassionato di lunga data (oltre 10 anni)

Re: educatori cinofili a confronto con addestratori

Messaggioda Pino » 30/08/2018, 18:25

Gli stili educativi... questi sconosciuti...

Innanzitutto c'e' da dire che essi sono paragonabili a quelli usati per educare i nostri figli (stili educativi parentali) e cioè nel modo in cui esercitiamo la nostra autorità su di loro. Senza soffermarmi su tali stili parentali (anche perchè sono in pratica gli stessi che adotteremo (o non adotteremo) con il nostro cane), passiamo ad elencare i detti stili:

-STILE EDUCATIVO AUTOREVOLE
-STILE EDUCATIVO AUTORITARIO
-STILE EDUCATIVO PERMISSIVO
-STILE EDUCATIVO TRASCURANTE/EVITANTE

ora viene il bello; chi mi sa esporre i vari stili? e, secondo voi quale è da usare?
ImmagineImmagineImmagine
Avatar utente
Pino
 
Messaggi: 581
Iscritto il: 10/11/2014, 23:28
Sesso: M
Età: 56
Chi sono: istruttore cinofilo

Prossimo

Torna a Addestramento Amatoriale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti