Crea sito

educatori cinofili a confronto con addestratori

Sezione dedicata a discussioni relative all'addestramento amatoriale del Pastore Tedesco

Re: educatori cinofili a confronto con addestratori

Messaggioda Tex&Marcomgn » 31/08/2018, 7:27

Lo stile autorevole è quello più indicato. Il nostro cucciolo deve rispettarci, non temerci e deve avere ben chiaro chi è che prende le decisioni importanti . Se vuole qualcosa, a noi deve rivolgersi con fiducia e non con sottomissione


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk Pro
Avatar utente
Tex&Marcomgn
 
Messaggi: 4610
Iscritto il: 13/11/2014, 18:25
Sesso: M
Età: 42
Chi sono: Appassionato di lunga data (oltre 10 anni)

Re: educatori cinofili a confronto con addestratori

Messaggioda Giorgio Longo » 31/08/2018, 20:03

tralascerei gli ultimi due ( per il momento ) e potremmo parlare invece dei primi due , dove l ' autorevole come dice Marco e' sicuramente quello consigliabile.
Piccola parentesi : Pino hai fatto Bingo ! quello che hai scritto sull ' educazione dei figli o degli animali ( in questo caso i cani ) è perfetto ! io mi dolgo di non aver intrapreso prima l ' arte di addestrare perche' sicuramente avrei fatto meglio la funzione di padre. Non posso lamentarmi dei figli ma sicuramente avrei dato loro di più sapendo leggere il linguaggio del corpo ! infatti molti figli devi saperli leggere oltre che educare. ( chiusa parentesi )
il sistema autoritario era in uso quando non si sapeva ancora capire il vero comportamento dell ' animale e tutto era dovuto .
Immagine
Immagine
SAS ISONTINA - VILLESSE GORIZIA - CENTRO DI ADDESTRAMENTO CANI DA UTILITA' E DIFESA
Avatar utente
Giorgio Longo
 
Messaggi: 328
Iscritto il: 26/11/2014, 15:33
Sesso: M
Età: 68
Chi sono: Appassionato di lunga data (oltre 10 anni)

Re: educatori cinofili a confronto con addestratori

Messaggioda Pino » 01/09/2018, 9:25

Lo stile educativo autorevole è necessario per instaurare un giusto rapporto tra cane e proprietario basato sul giusto equilibrio tra regole ed affetto. Il proprietario autorevole è colui che è soprattutto coerente, che da fiducia al proprio cane e ne rispetta i bisogni tutto accompagnato da inderogabili regole di comportamento.
Quando ho studiato gli stili educativi Giorgio, ho anche io pensato a quanto dici sulla educazione dei figli.

Il proprietario autoritario, al contrario, gestisce il proprio cane in modo coercitivo con poco affetto, tante regole e tanti "NO". Il proprietario è distaccato, non tiene conto dei bisogni affettivi del cane ed instaura una relazione dove c'e' molto controllo e poco affetto.
Il cane è obbediente, ma il tutto è basato sulla paura e non sul rispetto reciproco. Con questo stile educativo si ottiene sottomissione, passività, insicurezza e molte volte si può sfociare in aggressività verso l'esterno (il cane non sarà aggressivo verso il proprietario, ma sfogherà la sua frustrazione all'esterno).

Su, andiamo avanti, ne mancano due di stili educativi...
ImmagineImmagineImmagine
Avatar utente
Pino
 
Messaggi: 581
Iscritto il: 10/11/2014, 23:28
Sesso: M
Età: 56
Chi sono: istruttore cinofilo

Re: educatori cinofili a confronto con addestratori

Messaggioda Tex&Marcomgn » 02/09/2018, 8:07

Vorrei anche aggiungere che con il nuovo regolamento enci per l’ipo in vigore, in teoria, dall’anno prossimo, sarà penalizzato ancora di più il comportamento sottomesso e o non sereno dei cani durante le gare. I giudici si sono a tal proposito accordati per farsi dare più punti da togliere proprio nei percorsi di transizione da un esercizio all’altro, proprio per poter valutare meglio il comportamento del cane ed il rapporto con il conduttore


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk Pro
Avatar utente
Tex&Marcomgn
 
Messaggi: 4610
Iscritto il: 13/11/2014, 18:25
Sesso: M
Età: 42
Chi sono: Appassionato di lunga data (oltre 10 anni)

Re: educatori cinofili a confronto con addestratori

Messaggioda Giorgio Longo » 02/09/2018, 16:08

Marco , quanto dici è esatto ma eviterei di parlare dei giudici e delle penalizzazioni .. ho visto ,,alcune volte,, disinteressarsi di certi segnali di coercizione in quanto il conduttore era un noto addestratore.( non solo orecchie e coda bassa indicano coercizione ...... oggi sono diventati molto più bravi a camuffare certe lavorazioni).
Pino , se vuoi parlare degli altri due stili facciamolo pure se così riusciamo a far cambiare opinione a qualche lettore , comunque questi sono diseducativi al massimo !
Immagine
Immagine
SAS ISONTINA - VILLESSE GORIZIA - CENTRO DI ADDESTRAMENTO CANI DA UTILITA' E DIFESA
Avatar utente
Giorgio Longo
 
Messaggi: 328
Iscritto il: 26/11/2014, 15:33
Sesso: M
Età: 68
Chi sono: Appassionato di lunga data (oltre 10 anni)

Re: educatori cinofili a confronto con addestratori

Messaggioda Tex&Marcomgn » 03/09/2018, 7:16

Giorgio Longo ha scritto:Marco , quanto dici è esatto ma eviterei di parlare dei giudici e delle penalizzazioni .. ho visto ,,alcune volte,, disinteressarsi di certi segnali di coercizione in quanto il conduttore era un noto addestratore.( non solo orecchie e coda bassa indicano coercizione ...... oggi sono diventati molto più bravi a camuffare certe lavorazioni).
Pino , se vuoi parlare degli altri due stili facciamolo pure se così riusciamo a far cambiare opinione a qualche lettore , comunque questi sono diseducativi al massimo !

Purtroppo Giorgio, la sudditanza psicologica c’è sempre anche se nessuno lo ammetterà mai. Parafrasando una vecchia frase anch’io ho visto cose che nessuno umano dovrebbe purtroppo


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk Pro
Avatar utente
Tex&Marcomgn
 
Messaggi: 4610
Iscritto il: 13/11/2014, 18:25
Sesso: M
Età: 42
Chi sono: Appassionato di lunga data (oltre 10 anni)

Re: educatori cinofili a confronto con addestratori

Messaggioda Pino » 04/09/2018, 11:25

Giorgio Longo ha scritto:Pino , se vuoi parlare degli altri due stili facciamolo pure se così riusciamo a far cambiare opinione a qualche lettore , comunque questi sono diseducativi al massimo !


Ok Giorgio, ci provo...

STILE EDUCATIVO PERMISSIVO
Secondo questo stile, il proprietario da affetto ma niente regole; il cane vede, ad ogni richiesta del proprietario di ottenere da lui un determinato comportamento come "un'offesa". Il cane gestisce quindi le iniziative, non ubbidisce, chiede e pretende, e se ostacolato può arrivare anche a mordere in quanto, secondo lui, può fare quello che vuole.

STILE TRASCURANTE-EVITANTE
E' lo stile educativo per il quale il proprietario vede il cane come un "accessorio da giardino". Niente affetto e niente regole. Il cane sarà quindi poco socievole, autonomo e difficile da controllare.
ImmagineImmagineImmagine
Avatar utente
Pino
 
Messaggi: 581
Iscritto il: 10/11/2014, 23:28
Sesso: M
Età: 56
Chi sono: istruttore cinofilo

Re: educatori cinofili a confronto con addestratori

Messaggioda Giorgio Longo » 04/09/2018, 19:50

beh .. perfetto .. non occorrerebbe aggiungere altro !

credo che lo stile permissivo sia dovuto al carattere del conduttore ed ogni tentativo di dissuaderlo diventi un ' impresa quasi impossibile dovendo cambiare radicalmente il suo modo di vivere e di pensare.
Per il quarto stile dire che è consigliabile un TRUDI !
Immagine
Immagine
SAS ISONTINA - VILLESSE GORIZIA - CENTRO DI ADDESTRAMENTO CANI DA UTILITA' E DIFESA
Avatar utente
Giorgio Longo
 
Messaggi: 328
Iscritto il: 26/11/2014, 15:33
Sesso: M
Età: 68
Chi sono: Appassionato di lunga data (oltre 10 anni)

Precedente

Torna a Addestramento Amatoriale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti