Crea sito

Vegetariani e vegani...spiegatemi!

Uno spazio per scambiare messaggi e rilassarsi tra amici in serenità e simpatia!

Re: Vegetariani e vegani...spiegatemi!

Messaggioda maceleneo » 01/12/2014, 13:50

il gatto uccide in continuazione prede che non ha nessun'intenzione di mangiare: lo fa spinto da quell'istinto che ha come obiettivo principale la sopravvivenza, siamo d'accordo, ma lo fa anche in maniera gratuita. la differenza tra il gatto e il cacciatore, per come la vedo io, sta nel fatto che il gatto non può porsi nessun interrogativo morale, mentre il cacciatore può farlo e lo fa, solo che considera che il piacere di cacciare valga la vita delle sue prede. alla stessa maniera chi mangia carne considera che il sapore del suo piatto di carne valga la vita degli animali di cui si nutre. non sto mettendo le due cose sullo stesso piano, ma in nessuno dei due casi si tratta di sopravvivenza, sebbene in entrambi i casi si tratti di due piaceri (quello della caccia e quello del mangiare carne) connessi all'istinto di sopravvivenza.
Avatar utente
maceleneo
 
Messaggi: 96
Iscritto il: 12/11/2014, 18:40
Età: 0
Chi sono: -

Re: Vegetariani e vegani...spiegatemi!

Messaggioda Insanity » 01/12/2014, 14:30

Ma io penso che sia giusto che ognuno faccia le proprie scelte per i propri personali motivi.
É vero, una persona che sceglie di non mangiare carne non salva il mondo, come non lo salva una persona che sceglie di non indossare pellicce, ma nel proprio piccolo queste persone fanno qualcosa.

Io mangio carne però sono contro le pellicce, sarà ipocrita ma continuerò a guardare le etichette prima di comprare qualcosa; non cambierà il mondo a causa mia, gli altri andranno avanti a spiumare le oche per farsi le giacche nonostante nel 2014 ci siano tanti altri modi, va bene, io non lo voglio fare. E non mi limito a questo per pulirmi la coscienza perché se devo aiutare qualche associazione lo faccio, scelgo quando ė possibile cibo di provenienza conosciuta anche se lo devo pagare di più, ecc.

D'altra parte anch'io penso che sia naturale che gli animali si cibino di altri animali, certo però che non ho mai visto leoni costruire allevamenti di visoni e spelarli vivi come nemmeno tenere in condizioni disumane altri animali per poi cibarsi della loro carne. Questo dovrebbe cambiare e come dicevo per fortuna in alcuni paesi la situazione é sotto controllo. Penso che sia accettabile l'idea di mangiare carne, ma non quella di tenere gli animali in certe condizioni.
Insanity
 
Messaggi: 87
Iscritto il: 14/11/2014, 21:16
Sesso: F
Età: 31
Chi sono: Appassionato di lunga data (oltre 10 anni)

Re: Vegetariani e vegani...spiegatemi!

Messaggioda Robby » 01/12/2014, 15:05

maceleneo ha scritto:il gatto uccide in continuazione prede che non ha nessun'intenzione di mangiare: lo fa spinto da quell'istinto che ha come obiettivo principale la sopravvivenza, siamo d'accordo, ma lo fa anche in maniera gratuita. la differenza tra il gatto e il cacciatore, per come la vedo io, sta nel fatto che il gatto non può porsi nessun interrogativo morale, mentre il cacciatore può farlo e lo fa, solo che considera che il piacere di cacciare valga la vita delle sue prede. alla stessa maniera chi mangia carne considera che il sapore del suo piatto di carne valga la vita degli animali di cui si nutre. non sto mettendo le due cose sullo stesso piano, ma in nessuno dei due casi si tratta di sopravvivenza, sebbene in entrambi i casi si tratti di due piaceri (quello della caccia e quello del mangiare carne) connessi all'istinto di sopravvivenza.


Il gatto addomesticato uccide il topo, quando questo succede, senza poi mangiarlo perché abituato a trovare il cibo senza necessità di cacciare, ma il suo impulso predatorio presente nel DNA, lo induce a cacciare il roditore, perché essendo un carnivoro non ha del tutto dimenticato il suo ruolo di cacciatore. Parlo di ruolo, perché un ecosistema si basa appunto su di un complesso dove per mantenere un equilibrio, le proporzioni devono risultare costantemente paritarie.
Io non sono amante della caccia, anzi, tutt'altro. Ritengo però che una corretta alimentazione onnivora, sia la più appropriata per un umano. Non dimentichiamoci che le proteine animali ci hanno permesso di sviluppare la dimensione cerebrale. Gli scimpanzé, ad esempio, che seguono una dieta povera di carne, non sono riusciti ad aumentare la loro massa cerebrale, eppure le affinità tra loro e gli ominidi, che iniziarono ad alimentarsi quasi esclusivamente di carne, sono piuttosto evidenti.
Ritengo quindi che il mangiare carne, non sia da considerarsi un semplice piacere (a me piace di più una buona pasta), ma una effettiva necessità dietetica.
Quanto al discorso di Insanity, mi trova assolutamente d'accordo. L'uccisione di un animale dovrebbe avvenire, secondo il mio parere, solo ed esclusivamente per scopi alimentari e utilizzi diversi (pellame, ecc.) solo dagli animali macellati a scopo alimentare. Abbiamo una serie di fibre, specialmente sintetiche, che ci permettono di superare il discorso pellicce ed affini, anche se, essendo di derivazione petrolifera, un certo impatto ambientale viene comunque provocato.
Un aneddoto... leggevo una relazione di un medico vegetariano dove spiegava gli sviluppi di alcune scoperte (non correlate all'alimentazione vegetale) effettuate da due scienziati. Divertente quando dice che i due scienziati sono "non per nulla" vegetariani, omettendo però di un certo Adolf Hitler, vegetariano anch'esso..... [470]
Avatar utente
Robby
 
Messaggi: 1150
Iscritto il: 12/11/2014, 23:16
Sesso: M
Età: 0
Chi sono: Comportamentalista

Re: Vegetariani e vegani...spiegatemi!

Messaggioda maceleneo » 01/12/2014, 17:59

quella di hitler vegetariano è una mezza panzana, ma di vegetariani abietti è pieno il mondo, quindi non mi sognerei mai di dare un carattere necessariamente positivo (o negativo) a chi segue un certo tipo di dieta. spero bene che quel "non per nulla" volesse essere una battuta...
Avatar utente
maceleneo
 
Messaggi: 96
Iscritto il: 12/11/2014, 18:40
Età: 0
Chi sono: -

Re: Vegetariani e vegani...spiegatemi!

Messaggioda Robby » 01/12/2014, 18:57

maceleneo ha scritto:quella di hitler vegetariano è una mezza panzana, ma di vegetariani abietti è pieno il mondo, quindi non mi sognerei mai di dare un carattere necessariamente positivo (o negativo) a chi segue un certo tipo di dieta. spero bene che quel "non per nulla" volesse essere una battuta...


No, che Hitler fosse vegetariano, nonostante si legga un contraddittorio in rete, é assolutamente vero. E' sufficiente leggere "Conversazioni a tavola di Hitler" per essere esauditi circa la veridicità del suo essere vegetariano. Speriamo appunto che quella del "non per nulla" fosse veramente una battuta (anche se a me non é sembrata esattamente tale... [fischio] )....
Comunque, mica vero che non si possa dare una connotazione "lombrosiana" a seconda dell'alimentazione: il detto "dimmi cosa mangi e ti dirò chi sei" ha senz'altro un suo solido fondamento.... pensa ad un coprofago... [470] [470] [470] [470] (questa é una battuta.. :wink: )
Avatar utente
Robby
 
Messaggi: 1150
Iscritto il: 12/11/2014, 23:16
Sesso: M
Età: 0
Chi sono: Comportamentalista

Precedente

Torna a Parliamo d'altro

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 11 ospiti

cron