Crea sito

Vegetariani e vegani...spiegatemi!

Uno spazio per scambiare messaggi e rilassarsi tra amici in serenità e simpatia!

Re: Vegetariani e vegani...spiegatemi!

Messaggioda finalea » 15/11/2014, 15:06

Se nessuno allevasse e mangiasse animali (e i loro prodotti) in un mondo ideale l'animale farebbe la sua semplice vita, riproducendosi se e come la natura lo consente (per dire.. mica è detto che ogni monta vada a buon fine e nessuno starebbe lì a "farla riuscire" per forza)


Bea, cito questa parte perchè chiama un pò l'essenza del mio quesito.
Nella nostra società, dove il cemento ha preso spazio alla campagna, mi spieghi dove la trovi la natura che consenta a questi animali di fare vita naturale?

Che la mia scelta di non mangiare cuccioli sia discutibile mi sta bene, la coerenza richiederebbe di non mangiare carne punto. Ma siccome un paio di volte la settimana la mangio con piacere, penso che quanto meno, utilizzando solo carne biologica (si spera allevata al meglio) e adulta (brutto a dirsi ma di un maiale mangi tutto e mangi in tanti, con un porcellino da latte mangiano 4/5 persone) di fare un pò meno male.

No Stefano, non sono pronta a fare il passo, inutile fare l'ipocrita. Lo ribadisco, fossi certa di trovare un fornitore che fa vivere le sue vacche in modo naturale e le macella in modo non cruento e doloroso, sarei contenta di pagarla il doppio e mangiarla la metà delle volte; è su questo che mi batterei.

Ripeto...una gallina, che vive in modo naturale, la puoi vedere nelle zone rurali, molto rurali, dove vive nell'aia della sua famiglia, ma nella natura ormai c'è troppo poco di naturale per pensare che conducano una vita al di fuori dell'allevamento morendo di vecchiaia o a causa dei predatori.
ImmagineImmagineImmagine
Immagine Immagine
Avatar utente
finalea
 
Messaggi: 220
Iscritto il: 11/11/2014, 13:44
Sesso: F
Età: 50
Chi sono: Appassionato di lunga data (oltre 10 anni)

Re: Vegetariani e vegani...spiegatemi!

Messaggioda Beatrice » 15/11/2014, 15:20

Ele.. ok che siamo in una società di cemento.. ma non è che gli animali da allevamento li tengono in mezzo ai palazzi.
Ci stanno comunque spazi fuori dalle città.
E allora invece di farci il capannone e le strutture per l'allevamento gli animali li tieni lì liberi e felici di farsi allegramente gli affaracci propri.

In un mondo in cui non si mangiasse carne al posto degli allevatori avremmo gli amanti degli animali.

E' pura utopia, me ne rendo conto purtroppo.

finalea ha scritto:
Che la mia scelta di non mangiare cuccioli sia discutibile mi sta bene, la coerenza richiederebbe di non mangiare carne punto. Ma siccome un paio di volte la settimana la mangio con piacere, penso che quanto meno, utilizzando solo carne biologica (si spera allevata al meglio) e adulta (brutto a dirsi ma di un maiale mangi tutto e mangi in tanti, con un porcellino da latte mangiano 4/5 persone) di fare un pò meno male.
No Stefano, non sono pronta a fare il passo, inutile fare l'ipocrita. Lo ribadisco, fossi certa di trovare un fornitore che fa vivere le sue vacche in modo naturale e le macella in modo non cruento e doloroso, sarei contenta di pagarla il doppio e mangiarla la metà delle volte; è su questo che mi batterei.


un po' meno male a chi? a te stessa si.. nel senso che ci soffri meno a pensare che l'animale ha condotto una vita leggermente migliore che in un allevamento intensivo e che non stai mangiando un cucciolo.. all'animale che crepa non cambia proprio nulla..
..che poi tu puoi pure mangiare solo l'adulto, ma con i tuoi soldi l'allevatore continua a sovvenzionare anche la produzione, l'allevamento e la macellazione di "babe maialino coraggioso".

Battersi per una legge che renda meno cruenta la morte può essere l'obiettivo di chi comunque è favorevole all'uccisione degli animali.
Per un vegetariano/vegano non può essere un obiettivo nè tanto meno un motivo di gioia.

finalea ha scritto:Ripeto...una gallina, che vive in modo naturale, la puoi vedere nelle zone rurali, molto rurali, dove vive nell'aia della sua famiglia, ma nella natura ormai c'è troppo poco di naturale per pensare che conducano una vita al di fuori dell'allevamento morendo di vecchiaia o a causa dei predatori.


quindi meglio farle vivere dentro una gabbia grande come un foglio A4 oppure in un po' di terreno e quando non servono più gli tiriamo il collo :shock: :?
Beatrice
 

Re: Vegetariani e vegani...spiegatemi!

Messaggioda finalea » 15/11/2014, 15:31

Bea, quello che voglio dire è che non ci sarebbero più questi animali.
Chi terrebbe delle vacche, dei maiali, liberi in un terreno che altrimenti potrebbe fruttare (coltivazioni di qualsiasi tipo), dovendo comunque provvedere a controlli veterinari, a costi di pulizia e manutenzione?
Diventerebbero animali rari, quasi in estinzione, tenuti da pochi amanti che lo fanno solo per passione.

Quale sarebbe l'utilità di una gallina se non quella di produrre uova e diventare cibo? E' questo che mi sfugge?

Sia chiaro, con tutto il rispetto per gli animali, ma cosa la tieni a fare una gallina???
ImmagineImmagineImmagine
Immagine Immagine
Avatar utente
finalea
 
Messaggi: 220
Iscritto il: 11/11/2014, 13:44
Sesso: F
Età: 50
Chi sono: Appassionato di lunga data (oltre 10 anni)

Re: Vegetariani e vegani...spiegatemi!

Messaggioda Beatrice » 15/11/2014, 15:48

Ce ne sarebbero meno questo si.. ma vivrebbero meglio.

Sinceramente Ele.. non ho capito se il nocciolo del discorso è: visto che tu vegano/vegetariano ami gli animali dovresti essere più favorevole al loro allevamento "etico" perchè almeno vorrebbe dire che di questi animali ce ne sono migliaia piuttosto che combattere per eliminare gli allevamenti perchè questo comporterebbe l'esistenza di molti meno animali.

Se così fosse.. non ho capito come potrebbe questo ragionamento sposarsi con l'idea dei vegani/vegetariani secondo cui gli animali sono esseri senzienti che non meritano nè di essere sfruttati nè di essere uccisi.
Beatrice
 

Re: Vegetariani e vegani...spiegatemi!

Messaggioda finalea » 15/11/2014, 15:55

No Bea, il nocciolo non è dire al vegano/vegetariano cosa fare.
Il nocciolo è che a mio avviso, seguendo il codice etico dei vegetariani/vegani, molte razze animali si estinguerebbero perchè non avrebbero motivo di esistere.
ImmagineImmagineImmagine
Immagine Immagine
Avatar utente
finalea
 
Messaggi: 220
Iscritto il: 11/11/2014, 13:44
Sesso: F
Età: 50
Chi sono: Appassionato di lunga data (oltre 10 anni)

Re: Vegetariani e vegani...spiegatemi!

Messaggioda Tex&Marcomgn » 15/11/2014, 16:19

Ricordo comunque studi più che autorevoli che il cervello dell'uomo si è sviluppato così proprio per aver mangiato le proteine della carne, virgolettato "Se fossimo rimasti frugivori oggi saremmo stupidi" Articolo di Focus Settembre 2014

Marco


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
Avatar utente
Tex&Marcomgn
 
Messaggi: 4844
Iscritto il: 13/11/2014, 18:25
Sesso: M
Età: 42
Chi sono: Appassionato di lunga data (oltre 10 anni)

Re: Vegetariani e vegani...spiegatemi!

Messaggioda Beatrice » 15/11/2014, 16:24

finalea ha scritto:Ma il quesito è un altro: se diventassimo tutti vegani, qualcuno mi spiega, nella società attuale, nel mondo attuale, cosa ci starebbero a fare le mucche, i maiali, le galline, i tacchini ecc....
Ormai non viviamo ai tempi della pietra dove esistevano predatori e predati, questi animali andrebbero comunque all'estinzione.
Quindi mi chiedo: ma non sarebbe più logico battersi perchè le leggi fossero molto più pro-animali, piuttosto che promuoverne l'estinzione?


Da quanto scritto avevo capito che ti rivolgessi ai vegani/vegetariani che si battono per eliminare gli allevamenti.. mentre sarebbe più logico battersi per ottenere leggi "meno cruente".

finalea ha scritto:Il nocciolo è che a mio avviso, seguendo il codice etico dei vegetariani/vegani, molte razze animali si estinguerebbero perchè non avrebbero motivo di esistere.


Ele.. scusa.. ma non trovi che la frase che ho evidenziato sia del tutto non avvicinabile al pensiero di chi ama gli animali (da allevamento)?
Io interpreto che per te gli animali hanno motivo di esistere per essere al servizio dell'uomo: dargli carne, latte e derivati. Per me no.
Io non credo che se non ci fossero allevamenti gli animali si estinguerebbero, ce ne sarebbero meno.. e quindi? Dove starebbe il problema?

E quand'anche dovessero estinguersi, cosa che ripeto secondo me non accadrebbe, per il mio punto di vista.. meglio estinto perchè la natura ha deciso così (vorrebbe dire che tutte le femmine o tutti i maschi sulla Terra sono sterili per estinguersi o che non riescono a riprodursi) piuttosto che riprodotto ad libitum al solo fine di essere macellato.
E' come dire.. il panda è in via di estinzione per cui cerchiamo di fare di tutto per far nascere cuccioli ed aumentare la popolazione.. per poi dare ai bracconieri più "merce"..
Beatrice
 

Re: Vegetariani e vegani...spiegatemi!

Messaggioda finalea » 15/11/2014, 16:32

Frena Bea...
Io sto cercando di semplificare il discorso perchè farlo davanti ad un pc e tra una lavatrice e una padella sul fuoco non è semplice. Fossimo davanti ad una tazza di caffè e un bel fuochino (cosa aspetti a venire a trovarci!!!) sarebbe diverso.

Sicuramente una cosa questo thread me l'ha chiarita. Il vegetariano/vegano NON approva il consumo di carne pertanto il mio discorso di lottare per un allevamento migliore e non intensivo non lo riguarda (mentre invece nella mia ignoranza, credevo che fosse anche per il modo in cui viene gestito l'allevamento in Italia).

Detto questo però, giusto per aggiungere legna sul fuoco così poi non ci capiamo più nulla, se si vuole dare corso alla natura questo andrebbe fatto in tutti i sensi.
Pertanto, nessuna sterilizzazione, nessuna operazione sugli animali (un cane che nasce storpio che resti così e diventerà facile preda per qualche altro animale più forte), nessuna forzatura. Ma sappiamo benissimo tutti che è un discorso che non sta in piedi perchè l'evoluzione c'è e prevede, oltre a tante cose positive anche tante negative.

Ecco perchè, dal mio punto di visto, batterci tutti per una cultura differente sull'allevamento e sullo sfruttamento (che sia animale o umano non fa differenza) potrebbe essere la strada giusta.

E ora vado a stendere!!! :mrgreen:
ImmagineImmagineImmagine
Immagine Immagine
Avatar utente
finalea
 
Messaggi: 220
Iscritto il: 11/11/2014, 13:44
Sesso: F
Età: 50
Chi sono: Appassionato di lunga data (oltre 10 anni)

Re: Vegetariani e vegani...spiegatemi!

Messaggioda Robby » 15/11/2014, 16:43

TEX e MARCOMGN ha scritto:Ricordo comunque studi più che autorevoli che il cervello dell'uomo si è sviluppato così proprio per aver mangiato le proteine della carne, virgolettato "Se fossimo rimasti frugivori oggi saremmo stupidi" Articolo di Focus Settembre 2014

Marco


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk


Difatti, il discorso sta proprio in questi termini. Sin dalla preistoria l'uomo si é nutrito, cacciando, pescando, raccogliendo e seminando. Perché il nostro organismo é onnivoro. Chiaramente occorre una dieta ben equilibrata, dove tutte le fonti alimentari possano rientrare e senza abusi. Vi sono animali carnivori, erbivori ed onnivori... e questo non é stato dettato da una cultura alimentare, ma dalla natura stessa.
Comunque, ad una fiorentina, preferisco sempre un bel piatto di tagliatelle (magari al tartufo).....
Avatar utente
Robby
 
Messaggi: 1150
Iscritto il: 12/11/2014, 23:16
Sesso: M
Età: 0
Chi sono: Comportamentalista

Re: Vegetariani e vegani...spiegatemi!

Messaggioda Beatrice » 15/11/2014, 16:45

finalea ha scritto:Frena Bea...
Io sto cercando di semplificare il discorso perchè farlo davanti ad un pc e tra una lavatrice e una padella sul fuoco non è semplice. Fossimo davanti ad una tazza di caffè e un bel fuochino (cosa aspetti a venire a trovarci!!!) sarebbe diverso.


Sisi Ele.. sicuro se fossi una di fronte all'altra sarebbe molto più semplice spiegarsi.
Pino poi tarda pure a mettere le emoticon.. te possino! :evil:

Sicuramente mi spiego male io.. quando parlo di "natura" io intendo che bisognerebbe far fare all'animale il proprio ciclo di vita senza utilizzarlo per il fine del mangiare (lui o i suoi prodotti).
Non vuol dire che non dovremmo curarlo, anzi.. se assurgessero al ruolo di "animali da compagnia" dovrebbero ricevere lo stesso trattamento che riserviamo ai nostri cani ed ai nostri gatti. Lo si cura quando sta male e si cerca di farli vivere nel modo migliore possibile, in caso di sofferenza li si accompagna nell'ultimo viaggio.

Magari sarà io ad avere una visione distorta.. ma per me vacca, pecora, gallina etc sono come Buck.
Beatrice
 

PrecedenteProssimo

Torna a Parliamo d'altro

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti

cron