Crea sito

Tag Archive | "gastroenterite infettiva"

Gastroenterite infettiva

Tags: , ,


La gastroenterite infettiva del cane è un’affezione altamente contagiosa ed acuta, sostenuta da un virus, il quale ha una particolare affinità per le cellule in rapida moltiplicazione come quelle intestinali, del midollo osseo, dei linfonodi.

Diffusa in tutto il mondo, colpisce cani di ogni età, anche se ricorre con maggiore frequenza nel periodo che va dallo svezzamento ai sei mesi di vita. La trasmissione avviene in seguito all’ingestione del virus, che è in grado di resistere nell’ambiente per lungo tempo. I sintomi clinici compaiono generalmente a distanza di 5 giorni dall’esposizione al virus e sono rappresentati da perdita di appetito, febbre, depressione, vomito intenso, diarrea liquida persistente, di difficile trattamento, talora emorragica, disidratazione progressiva ed eventualmente morte. Sporadicamente nei cuccioli di 4-12 settimane di età può verificarsi un improvviso decesso dell’animale a seguito della localizzazione del virus in sede cardiaca e conseguente insorgenza di insufficienza cardiaca acuta. Frequente è durante il decorso della malattia la comparsa di tutta una serie di complicazioni, le quali possono essere rappresentate da infiammazione a carico del fegato, anemia, invaginamento intestinale conseguente agli intensi movimenti peristaltici dell’apparato digerente.

La diagnosi di gastroenterite infettiva è in genere sospettata sulla base dei sintomi clinici e delle alterazioni a carico del sangue caratterizzate nelle prime fasi della malattia da una marcata diminuzione dei globuli bianchi. Per una diagnosi di certezza si può ricercare il virus nelle feci attraverso metodiche di laboratorio, dal momento che è eliminato in maniera significativa durante la fase acuta della malattia. Il trattamento si basa fondamentalmente su un’intensa reidratazione, sulla somministrazione di antibiotici per via parenterale, farmaci contro il vomito, antidiarroici, vitamine del complesso B. L’eradicazione del virus dall’ambiente non è facile, a motivo della sua resistenza a diverse sostanze disinfettanti ed agenti esterni. Esso è comunque inattivato dall’ipoclorito di sodio. Fondamentale per proteggere il cane dall’infezione in questione è seguire un adeguato programma vaccinale. Questo si basa sull’inoculazione di un primo vaccino a 6-8 settimane di età con richiamo ogni 4 settimane sino alla sedicesima e quindi un richiamo annuale. Può essere praticata la vaccinazione della cagna gravida due settimane prima del parto con un prodotto spento, con lo scopo di incrementare il tasso anticorpale dei cuccioli allorché assumeranno il colostro.

 

Potrebbe interessarti anche

Addestramento e agonismo del Pastore Tedesco

Addestramento e agonismo  del Pastore Tedesco Il pastore tedesco è un cane molto duttile: vie ...