Pagina 1 di 1

VETERINARIO COMPORTAMENTALISTA

MessaggioInviato: 13/10/2018, 12:27
da Giorgio Longo
mi chiedo : ma è possibile che uno debba fare due mestieri ?? se per comportamentalista intendiamo studiare la teoria su qualche libro e pagare un centro che ti abilita pur di incassare ... beh ..allora capisco ma non andrei mai da lui per educare il mio cane e manco per un consiglio ...., se invece volesse farlo come Dio comanda ( ammesso che esista ) allora non credo possa avere il tempo necessario per passare ore ed ore in un campo a vedere le problematiche che si riscontrano giornalmente.
Ergo .. se già ( personalmente ) non mi fido molto dei comportamentalisti in quanto grandi teorici .. figurati se mi rivolgo al veterinario per educare il mio cane.

Re: VETERINARIO COMPORTAMENTALISTA

MessaggioInviato: 14/10/2018, 11:34
da Pino
Pienamente d'accordo Giorgio

Re: VETERINARIO COMPORTAMENTALISTA

MessaggioInviato: 15/10/2018, 19:54
da Antonio Magliulo
è da tempo che ho riflettuto su questo, ed in questi giorni sto ricevendo ulteriore conferma. Nella maggior parte dei casi il veterinario non capisce nulla di comportamento di un cane, a meno che non si sia messo di suo, perchè appassionato, a studiare qualcosa.
La cosa che mi da più fastidio è quando, dietro richiesta di qualche paziente più sprovveduto di loro, elargiscono consigli errati a profusione con i quali fanno peggio di chi dice l'ha detto un amico di mio cuggggino. Che almeno tacessero, sarebbero più professionali e farebbero meno danni.
Non mi reput affatto un esperto, sono solo un appassionato, ma a volte ascolto consigli di chi non sa nemmeno l'a b c.

Re: VETERINARIO COMPORTAMENTALISTA

MessaggioInviato: 04/11/2018, 9:36
da rintrah
Credo che abbia un ruolo completamente diverso.
Esempio:
La mia pt negli ultimi 2 anni aveva..non so come chiamarle.."fobie notturne"..cominciate prima solo in presenza di vento..poi prettamente a caso..in partica sembrava vedesse fantasmi..irrequieta..scavata ovunque. .salava su mobili..e abbaiava in faccia con lo sguardo perso nel vuoto..si sono accentuati poi a seguito di cambiamenti in dinamiche familiari e disposizione di casa..
..parlando coi miei vet..ho provato strategie semplici..quali portarla fuori per distrarla..o portare i cani in camera mia..associata per un breve periodo, quando la cosa era diventata uma costante, a mangimi complementari..per fortuna la cosa si è risolta.
Nel caso non si fosse risolta. .mi avevano dato come alternativa la visita da un vet comportamentalista che avrebbe valutato la situazione, con domande e visite fisiche (con probabilmente anche video degli attacchi fobici)..perché a quanto ho capito, avrebbe potuto o indirizzarmi da un educatore o valutare eventuali problemi fisici-neurologici che potessero scatenare questo comportamento anomalo.
Poi di preciso non so..perché siamo riuscite a risolvere la cosa..ma è l'unica volta che mi è stato consigliato.